comunicare.architettura


Le Opere

Sebastiano Adragna

Sebastiano Adragna

Giuseppe Allegra e Cristina Costa

Giorgia Amato

Giorgia Amato

Eleonora Bonanno

Eleonora Bonanno

Valentina Buzzone

Valentina Buzzone

Irene Calanni

Irene Calanni

Lucia Coniglione

Lucia Coniglione

Angelo e Alfio Cristaudo

Angelo e Alfio Cristaudo

Cusa Giuseppe

Cusa Giuseppe

Aldo Damico e Rosy Maccarrone

Aldo Damico e Rosy Maccarrone

AnnaMaria D'Imprima

Anna Maria DImprima

Deodati Claudio

Claudio Deodati

Drago Samuel

Samuel Drago

Concetta Falanga

Concetta Falanga

Gerone Simona

Simona Gerone

Giordano Dario

Dario Giordano

Greco-Sebastiano

Sebastian Carlo Greco

Elisa Longhitano

Elisa Longhitano

Ada Mangano

Ada Mangano

Maria Manuli
Maria Manuli
Marletta Alberto 300dpi

Alberto Marletta

Mazzaglia Giuseppe

Giuseppe Mazzaglia

Paradiso Enrico

Enrico Paradiso

Santagati Pietro

Pietro Santagati

Savoca Paolo

Paolo Savoca

Scuderi Giuseppe

Giuseppe Scuderi

Scuderi Samantha

Samantha Scuderi

Sorge Ivana

Sorge Ivana

Guarrera Fabio

Guarrera Fabio

Annunci

11 Risposte to 'Le Opere'

Subscribe to comments with RSS oppure TrackBack to 'Le Opere'.

  1. davide fabiani said,

    Complimenti a tutti in modo particolare a Enrico Paradiso e Sabrina Tosto, le loro tavole sono molto sobrie ed eleganti.

  2. Ugo said,

    Bei lavori.Bravi.

  3. Francesca said,

    Complimenti per l’iniziativa.
    A parte i progetti di interni, qualcuno di questi lavori è stato realizzato?
    Grazie e a presto

    • concetta falanga said,

      rispondo di si relativamente ai miei lavori.
      uno è un insediamento turistico a ragusa, iniziato due anni fa e in corso di ultimazione, l’altro è una sistemazione esterna, già realizzata, e presentata attraverso le fotografie.

  4. giuseppe amato said,

    E’ questa sarebbe la nuova architettura contemporanea????
    Non oso immaginare cosa sarebbe uscito fuori se aveste organizzato una mostra dei vecchi architetti catanesi…brrrrrr
    Le opere in mostra sono tutte cose viste, riviste e scopiazzate. L’impaginazione di ogni tavola poi non ha un minimo di coerenza con le altre e questo rende la mostra assolutamente sgradevole. La qualità poi dei contenuti ed il selvaggio accatastamento di disegni è veramente imbarazzante. Spero che questa mostra vi faccia riflettere almeno su ciò che non si dovrebbe fare in Italia. In bocca al lupo

    • claudio said,

      Ho notato con piacere che ti sei impegnato per questa tua critica, con l’accanimento degno di un uomo che combatte per i propri principi…
      Apprezzo la dedizione, sebbene appare inequivocabile la sterilità della critica, come espresso da Giovanni.
      da sempre c’è chi l’architettura la fa, e c’è chi la critica, difficilmente ho incontrato persone capaci di convogliare con merito entrambe… (ma è un’altra storia..)
      Non mi chiedo quale possa essere il tuo contributo a questa iniziativa, o se tu sia in grado di comprenderla, una delle poche, lodevolmente organizzata con impegno (decisamente non da me), ma mi chiedo piuttosto quale sia il tuo contributo a quella che definisci la nuova architettura contemporanea, (tra l’altro non sapevo neanche che ne esistesse una nuova, ma è mia ignoranza).
      in parole povere… dobbiamo considerarti per quello che hai scritto (e non ci fai una bella figura), o sei in grado di guidarci verso le nuove frontiere dell’architettura? “li dove l’architetto non è ancora arrivato”, non dicendoci di riflettere su cosa non si dovrebbe fare in Italia, ma facendoci vedere cosa si dovrebbe fare…
      hai un sito? hai realizzato qualcosa? giusto per capire se conviene che cambio lavoro, o se conveniva che tu scrivessi critiche su topolino…
      (mi scuso per aver scritto al plurale in alcuni punti, sono io che replico, non in nome degli altri colleghi).

  5. Giovanni D'Amico said,

    Caro, Giuseppe, la tua e’ una critica, vista, rivista e scopiazzata e in ultima analisi inutile, in quanto non costruttiva.
    Criticare e’ legittimo, meno farlo senza analizzare i fatti con completezza e soprattutto senza fornire suggerimenti o proposte.
    Altrimenti la critica diventa superficiale e pretestuosa.
    Cito le tue parole. Tu usi termini come sgradevole, selvaggio, imbarazzante, associandoli ad una mostra di architettura, non ti sembra eccessivo? Sono altre le cose, imbarazzanti, sgradevoli o che fanno rabbrividire, (brrrrr) in questo mondo.
    La mostra piacciono o meno i progetti, e’ eccezionale per due motivi: il primo e’ che per la prima volta ha un carattere itinerante e comunicativo eppoi promuove l’opera di giovani.
    Questa e’ la riflessione che devi fare, non se una tavola e’ ben impaginata o se alcuni progetti sono o meno originali.
    In bocca al lupo.

  6. satoarchitetto said,

    mi chiedo quale possa essere il motivo di tale severità, se così la vogliamo chiamare…

  7. ipad3 said,

    Hey this is kinda of off topic but I was wanting to know if blogs use
    WYSIWYG editors or if you have to manually code with HTML.
    I’m starting a blog soon but have no coding knowledge so I wanted to get guidance from someone with experience. Any help would be enormously appreciated!


  8. Thanks for finally talking about >Le Opere | comunicare.
    architettura <Loved it!

  9. ipad 2 pris said,

    Howdy, There’s no doubt that your web site might be having browser compatibility problems. When I take a look at your web site in Safari, it looks fine however, if opening in I.E., it has some overlapping issues. I just wanted to give you a quick heads up! Apart from that, excellent blog!


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: